scenari internazionali SI 6

NOVITÀ – In uscita il sesto numero di Scenari Internazionali sull’Eritrea

L’Eritrea è un Paese multiconfessionale e laico, conta poco più di 5 milioni di abitanti e ha buone prospettive di crescita da qui al 2020: +3,3% secondo Trading Economics.

Il nostro Paese ha un vantaggio storico ineguagliabile in Eritrea. Al di là dell’iniquità e del carattere oppressivo della dominazione straniera, il periodo coloniale compreso tra il 1890 e il 1941 ha lasciato tracce notevoli nel Paese: l’urbanistica, le infrastrutture, lo sport ma soprattutto una folta comunità italo-eritrea e la conoscenza della nostra lingua, un veicolo decisivo nella facilitazione dei rapporti politici, economici e commerciali.

Stando ai dati, tuttavia, l’Italia è ancora indietro rispetto ad altri Paesi occidentali che hanno allacciato proficue relazioni con l’Eritrea, specie nel settore minerario. Senza dimenticare che l’area portuale di Assab si affaccia sul Mar Rosso all’altezza dello Stretto di Bab el-Mandeb, uno snodo dal valore strategico enorme per i commerci e per la sicurezza internazionale. Possiamo e dobbiamo fare di più. Il fatto che il governo eritreo punti molto sulla diversificazione e sulla sostenibilità lascia alle nostre imprese un ampio ventaglio di possibilità in termini di commercio e investimenti, soprattutto nel campo dell’agricoltura e della sicurezza alimentare, nell’ambito delle energie rinnovabili, nelle infrastrutture e nella cantieristica navale.

Tutto all’interno del prossimo numero di Scenari.